fbpx
0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Il Soppalco è un buon modo per aumentare la superficie calpestabile sfruttando l’altezza delle stanze

Immobili con soffitti alti danno un atmosfera aperta e ariosa negli spazi interni, ma tutto quello spazio verticale potrebbe far sembrare vuoto e senza personalità questa superficie abitabile. Per fare un uso più intelligente dello spazio interno senza sprecare volumi necessari e per sfruttare a pieno l’immobile quella di realizzare un soppalco potrebbe essere un ottima idea che offrirebbe spazio extra senza sacrificare la stanza sottostante, oltre ad ottimizzare eventuale spazio sprecato che soffitti sopra l’altezza media verrebbero a creare.

realizzazione-soppalco

 

Cos’è il soppalco?

E’ una struttura orizzontale praticabile fissa o d’arredo (quindi smontabile), con la quale viene realizzata all’interno di un locale principale un quantitativo aggiuntivo di superficie utile abitabile o agibile (SUA) oppure non residenziale o accessoria (SNR) con almeno un alto aperto sui locali principali sui quali viene collocato.

Il soppalco potrebbe letteralmente aumentare il valore della vostra casa. Potrebbe diventare:

  • Una piattaforma panoramica;
  • Una camera da letto aggiuntiva;
  • Una sezione aggiuntiva del vostro salotto;
  • Un ufficio;
  • Una biblioteca;
  • Un bagno;
  • Un posto dove riporre oggetti;

Questo è soltanto un assaggio del potenziale di un soppalco, immaginatevi voi come potreste sfruttare questo spazio accessorio.

Prima di iniziare la realizzazione di questo nuovo elemento architettonico all’interno della vostra casa dovrete fare alcune considerazioni:

1) Gli spazi permettono l’inserimento di un soppalco di misure sufficienti?

2) Le altezze sono sufficienti per poterlo utilizzare standoci in piedi?

3) Dovrà essere in sintonia con il resto della casa oppure dovrà distinguersi con uno stile diverso dal resto?

4) Dove inseriremmo le scale?

5) Gli eventuali pilastri di sostegno saranno lasciati a vista oppure verranno coperti con l’arredamento?

Anche se sembrano domande banali è bene prima decidere se progettare e realizzare il soppalco, pianificare tutto nei minimi dettagli.

Tipicamente il telaio è realizzata con profili di ferro, mentre per il piano vengono utilizzate tavole di legno, ma potrebbero esserci anche soluzione diverse come struttura in legno e piano in vetro. Insomma ci si può veramente sbizzarrire. Generalmente ha una superficie che va da 15 a 20 mq.

Le tipologie di struttura portante possono essere essenzialmente 2:

1) A pilastri Ferro o legno (soluzione maggiormente usata);

2) A tiranti con il piano mantenuto da cavi o ferri di sostegno ancorati al soffitto, questa soluzione se praticabile offre ulteriore risparmio di spazio per la mancanza dei pilastri.

Soppalco a tiranti

Potrebbe essere utile realizzare un soppalco anche per godere dei volumi sottotetto trasformando cosi il sottotetto in un bellissimo loft.

Si dovrà inoltre tener conto anche di un buon ricircolo dell’aria, dato che l’aria calda sale e se non c’è ventilazione (anche meccanizzata va bene) il vostro soppalco finirà per diventare uno luogo troppo caldo per essere confortevole.

Altro aspetto da tenere in giusta considerazione sarà la realizzazione un parapetto esteticamente gradevole, solido e funzionale che offrirà protezione a chi vorrà affacciarsi dal soppalco.

Realizzare un soppalco, che permessi servono?

Va analizzato caso per caso, in linea di principio dobbiamo prima capire se si tratta di un intervento edilizio minore ovvero uno spazio chiuso con caratteristiche di ripostiglio, cioè senza finestre e luci e di altezze interne modeste, oppure vi è un rilevante incremento delle superfici con conseguente maggior carico urbanistico, come nel caso di una stanza di soggiorno e comporti una sostanziale ristrutturazione dell’immobile preesistente, nel qual caso è obbligatorio chiedere il permesso a costruire, ai sensi dell’Art. 3 del comma 1 D.P.R. 6 Giugno 2001 n. 380.

Cosa consente di realizzare la normativa?

Per sapere cosa possiamo realizzare dobbiamo prima vedere il Regolamento Edilizio del comune dove è locato l’immobile.

A Firenze per esempio si può realizzare:

· superfici fino a 2/3 della superficie del locale sul quale affaccia. Fatti salvi i casi in cui il soppalco si affacci su locali cucina;

· I vani sottostanti a soppalchi sono assimilati a locali con altezza non omogenea e pertanto devono garantire i seguenti requisiti:

altezza media almeno pari alla minima prescritta per i diversi usi;

altezza minima non inferiore a ml 2,40;

le porzioni con altezza minore della minima prescritta per i diversi usi non devono superare il 50% del totale della superficie del vano.

Per le giuste interpretazioni delle normative e per un progetto fatto su misura, è sempre bene affidarsi a dei validi professionisti che ti sappiano dare tutte le indicazioni e consigli del caso.

Perché Realizzare un Soppalco?

1) Ottimizzazione degli spazi interni con incremento della superficie;

2) Intervento non invasivo specie se deciderai di andare sul soppalco d’arredo, dato che è un elemento prefabbricato può essere montato anche senza intervento dei muratori;

3) Offre un Look più moderno;

4) Veloce da installare;

5) Non arreca intralcio ai vani preesistenti che continuano a rimanere normalmente fruibili ;

Se hai intenzione di realizzare uno splendido soppalco per il tuo immobile contattaci, saremmo felici di darti la nostra assistenza per la progettazione e per la successiva realizzazione. 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×
Realizzazione Soppalco, quando e perché

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×