fbpx
0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Gli interventi di rifacimento o di recupero di una copertura sia per un abitazione o condominio che per una struttura industriale, richiedono un ottima professionalità nell’individuare le singole soluzioni.

ristrutturazione-tetto

I motivi principali che portano a chiedere l’intervento da eseguire in copertura sono essenzialmente i seguenti:

1) Infiltrazioni;
2) Dispersioni termiche e problemi acustici:
3) Danni strutturali;
4) Manutenzioni (sostituzione tegole o pulizia grondaie);
5) Sostituzione o consolidamenti orditura;
6) Aumento di volume.

Ogni tipo di intervento elencato richiede un prima verifica in loco al fine di poter determinare la soluzione ottimale che potrebbe consistere a seconda dei casi in un semplice intervento parziale o in una completa ristrutturazione.

A volte con piccoli interventi localizzati è possibile risolvere piccoli problemi di infiltrazione, altre volte invece è necessario programmare un intervento più radicale che da nuova vita alla struttura di copertura.

Va detto che la copertura fa parte dell’involucro dell’immobile ed è la parte maggiormente esposta agli agenti atmosferici, che per la loro azione determinano l’usura e l’invecchiamento di questo elemento strutturale.

Effettuato il sopralluogo si stabilisce il sistema di intervento:

a) Manutenzione ordinaria; che non richiede deposito di permessi Comunali dato che in questo caso si tratta di piccoli interventi di pulizia (sistemazione tegole, pulizia tegole e/o grondaie), potrebbe essere necessaria la richiesta di occupazione suolo pubblico qualora sia necessario far uso di piattaforme aeree;

b) Manutenzione Straordinaria; sostituzione di tegole, guaina e sistema di isolamento (pacchetto ventilazione o isolante), linee vita, che richiede la presentazione di una CILA;

c) Ristruttura totale della copertura; demolizione e totale rifacimento di una copertura, con sostituzione anche delle strutture portanti, oltre alla posa come nel caso della manutenzione straordinaria del pacchetto isolante, dell’impermeabilizzazione, del manto di copertura e delle linee vita, che richiede la presentazione di una SCIA e relativo deposito a Genio Civile del progetto strutturale.

Sia nel caso di Manutenzione Straordinaria che per la Ristrutturazione Totale si potrà decidere tra diverse possibili soluzioni di isolamento.

Esistono molteplici soluzioni, dall’isolante con materiali poliuretanici, ai materiali in bioedilizia con assemblaggio in opera, o più economici pacchetti preassemblati per coperture ventilate.

E’ essenziale capire la soluzione ottimali in termine di architettonica, spessori e prestazioni. Per questo è necessario studiare un accurato sistema per il tipo di struttura esistente al fine di effettuare un lavoro perfetto e con tempi garantiti, offrendo il massimo dal budget dedicato.

Un tetto con ottime soluzioni di isolamento, può far risparmiare molto in termini di costi generali di riscaldamento, migliorandone il confort abitativo di tutto l’immobile!

In caso di ristrutturazione totale del tetto, una grande attenzione va posta alle strutture portanti della copertura che anche in questo caso dovranno assicurare la miglior soluzione in termine di garanzia antisismica e architettonica, dato che poi le orditure rimarranno a vista.

Anche per le strutture esistono soluzioni ormai standardizzate o soluzioni mirate a risolvere particolari tipi di problemi dovuti alla singolarità della tipologia di immobile, che dovranno essere presi in considerazione preventivamente.

In fase di progettazione strutturale della copertura verranno privilegiate soluzioni che rispettino le seguenti caratteristiche:

• Componenti leggere;
• Elementi strutturali semplici, simmetrici e regolari;
• Offrire distribuzioni uniformi di massa, rigidezza e resistenza;
• Offrire un ottimo bilanciamento tra rigidezza e resistenza ed essere compatibili con i supporti murari;

Anche in questo caso esistono molteplici tipi di materiali per le orditure che a seconda del contesto e delle circostanze potranno essere impiegati.

Bonus Fiscali

Un capitolo a parte riguarda i Bonus Fiscali che sono stati prorogati per tutto il 2017. La legge di stabilità riconosce le seguenti agevolazioni:

  • Detrazione di imposta del 50% fino ad un massimo di 96.000 Euro in 10 anni in caso di ristrutturazione edilizia;
  • Detrazione di imposta del 65% fino ad un massimo di 100.000 Euro in 10 anni per ristrutturazione globale e 60.000 Euro per interventi sull’involucro di edifici esistenti riguardanti strutture opache orizzontali, verticali, finestre comprensive di infissi elevato al 75% per i condomini;

Soggetti beneficiari:

1) Persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni;
2) I contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
3) Le associazioni tra professionisti;
4) Gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

La sussistenza di tali condizioni deve essere asseverata da professionisti abilitati. I vantaggi di rifare un tetto sono davvero tanti e le possibiltà sono molteplici, risulta davvero difficile riuscire a districarsi tra tante possibilità offerte e costi da sostenere è quindi essenziale affidarsi a chi sapientemente saprà indicarvi la soluzione migliore.

Il nostro consiglio è quello di richiedere un preventivo GRATUITO e NON IMPEGNATIVO al fine di chiarire ogni esigenza e offrire consulenza personalizzata.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×
0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×