fbpx
0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Approfitta del Piano Casa Toscana prorogato fino al 2018

Il “Piano Casa Toscana” deriva dalla Legge Regionale Toscana n° 24 del 2009 che aveva scadenza 31/12/2010 da li i termini sono stati ulteriormente spostati al fine di poterne beneficiare fino ai giorni attuali. La nuova proroga è stabilta dalla L.R. n° 91 del 27 Dicembre 2016.

Extension haus

PERCHE’ E’ STATO INTRODOTTO IL PIANO CASA?

Il Piano Casa nasce come insieme di provvedimenti legislativi e di incentivi economici per consentire l’ampliamento di abitazioni e immobili ad uso diverso da quello residenziale.

Infatti il termine in un primo momento fu creato per l’housing sociale, poi successivamente ne è stata aumentata la portata inglobando anche l’edilizia privata semplificando di fatto le procedure per chiederne l’ammissibilità.

La semplificazione delle procedure era principalmente studiata per rilanciare il settore delle costruzioni fortemente in crisi.

Il compito di definire gli elementi fondamentali del Piano Casa spetta alle singole Regioni pertanto, sono gli Enti Locali a decidere la tipologia di edifici per i quali è possibile estendere gli interventi finalizzati all’ampliamento dei volumi.

Non è possibile effettuare mutamenti nella destinazione d’uso degli edifici abitativi che abbiano applicato il Piano Casa, per un determinato periodo di tempo.

IN DETTAGLIO COSA PERMETTE DI FARE IL PIANO CASA?

1) ampliamento del 20% della superficie esistente per tutti gli immobili residenziali fino ad un max di 70 mq;

2) ampliamento del 20% della superficie esistente per tutti gli immobili industriali o artigianali;

In caso di demolizione e ricostruzione

3) ampliamento fino al 35% della superficie Utile lorda esistente per tutti gli immobili residenziali;

4) ampliamento fino al 35% della superficie Utile lorda esistente per tutti gli immobili industriali o artigianali;

Per l’ottenimento del permesso basta presentare Segnalazione certificata di Inizio Attività (SCIA) o permesso di costruire

Sono esclusi

a) Edifici abusivi;

b) Centri storici;

c) Immobili vincolati;

d) Aree di inedificabilità assoluta;

e) Edifici in aree che richiedono piani attuativi;

Pertanto diventa necessario fare le dovute verifiche da parte di professionista abilitato per capire se il tuo immobile può ottenere il permesso.

Per gli ampliamenti vengono consentiti anche interventi edilizi in deroga ai parametri urbanistici ed edilizi purché nel rispetto delle distanze minime e delle altezze massime dei fabbricati.

Occorre anche il rispetto dei seguenti parametri

– gli immobili devono essere dotati di approvvigionamento idrico e di sistemi di smaltimento delle acque reflue;

– gli edifici non devono ricadere in ambiti dichiarati a pericolosità idraulica molto elevata e a pericolosità geomorfologica elevata;

Per gli interventi di ampliamento devono essere adottate tecniche edilizie sostenibili anche con l’impiego di impianti che utilizzino fonti rinnovabili.

E’ possibile aumentare il numero delle unità immobiliari esistenti a seguito di intervento, purché le nuove unità aggiuntive abbiano una superficie utile lorda di almeno 50 metri quadrati.

Condizioni di ammissibilità

a) Gli interventi possono essere realizzati soltanto su edifici che, al momento della presentazione della DIA, risultino eseguiti in presenza di regolare titolo abilitativo;

b) Le altezze utili degli interventi non possono essere superiori a 3 metri, salvo il rispetto delle norme igienico-sanitarie. Per gli interventi di ampliamento, è consentito l’ampliamento con altezze superiori ai 3 metri senza superare l’altezza dell’unità immobiliare interessata dall’ampliamento e se già esistenti nell’edificio oggetto di demolizione.

c) Gli edifici devono essere regolarmente accatastati;

d) La destinazione d’uso non può essere mutata;

ALLORA PERCHE’ E’ NECESSARIO SFRUTTARE IL PIANO CASA?

1) Avrai la possibilità di ampliare il tuo immobile del 20% oppure del 35% in caso di demolizione e ricostruzione;

2) Incrementerai il valore del tuo immobile;

3) Avrai più spazio senza doverti spostare dalla tua attuale abitazione per ottenerlo;

4) L’ampliamento sarà eseguito in modo sostenibile del tutto regolare secondo gli indici urbanistici locali;

5) Le procedure sono semplificate ed otterrai prima il permesso;

Contattaci qui per un sopralluogo al tuo immobile e una nostra consulenza gratuita

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×
Ampliamento immobile, il “Piano Casa” ti viene incontro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×